Cosa sono le investigazioni private?

Le investigazioni in ambito privato riguardano le indagini affidate a un professionista del settore che opera in un’agenzia con licenza e con il permesso della Prefettura. Il servizio offerto da un’agenzia investigativa autorizzata è quello di fornire delle prove in base alla richiesta del cliente. Alla fine dell’indagine sarà quest’ultimo a decidere se proseguire con un’azione legale.

Lo svolgimento delle investigazioni private segue delle fasi precise, che vanno dal primo colloquio con il cliente, con il quale si studia il caso e la sua fattibilità in termini di indagini, fino alla consegna della relazione scritta. Alla fine di questo colloquio l’investigatore privato fornisce un preventivo chiaro, sia per quanto riguarda la spesa che per i tempi approssimativi in cui completerà il lavoro.

Durante il colloquio e solo dopo che il cliente ha firmato il cosiddetto “mandato investigativo” che ufficializza l’incarico, verranno richieste tutte le informazioni utili alle fasi dell’indagine. Tra gli aspetti da considerare ai fini degli appostamenti e dei pedinamenti, ci sono le abitudini, il numero di cellulare e quello della targa dell’auto della persona da indagare.

La professione dell’investigatore privato è regolamentata dalla legge n° 269/2010 e possono richiedere il suo intervento sia persone private che aziende e avvocati in cerca di prove nel corso di un processo penale.

» Read more

Cose da sapere su smart card e lettori smart card

I sistemi che richiedono standard elevati di sicurezza, i programmi di fidelizzazione della clientela e gli apparati con accesso limitato sono accomunati dall’applicazione di soluzioni tecnologiche.

In particolare si tratta di ambiti in cui si adoperano smart card e lettori smart card. Questo tipo di dispositivi consente di rendere molte operazioni più sicure, come ad esempio la comunicazione di dati e informazioni e la loro conservazione. Si usano in tutto il mondo e in differenti settori, dal commercio alla pubblica amministrazione, senza alcun limite.

Trasporti, sanità, finanza e istruzione sono alcuni dei comparti in cui si adoperano questi strumenti, utili a favorire la comunicazione dei dati tra i diversi terminali. Le operazioni che si possono svolgere con questi apparati riguardano in prevalenza pagamenti elettronici, riconoscimento dell’identità, firma elettronica e autenticazione dell’e-mail, accesso a servizi della pubblica amministrazione.

Sul mercato le smart card e i lettori per smart card più all’avanguardia sono quelli distribuiti da Partner Data, un’azienda leader del settore della sicurezza informatica. Dal 1984 si occupa di informatica e di protezione dei dati, seguendo l’evoluzione dei computer ha maturato esperienza, mettendo a disposizione della clientela prodotti di qualità, selezionati con cura dai migliori produttori del mondo, professionalità e grande competenza dei suoi tecnici.

L’impresa serve molte aziende pubbliche e private, offrendo una vera e propria consulenza agli acquirenti, aiutandoli a trovare le soluzioni più adatte alle proprie esigenze. Gli articoli che compongono il catalogo vantano peculiarità differenti, calibrate sui diversi usi. L’azienda indica i requisiti desiderati ai tecnici di Partner data, i quali propongono gli strumenti adatti, in modo da consentire facilità nell’uso, ma soprattutto grande sicurezza in tutte le operazioni che devono essere compiute da dipendenti e clienti dell’impresa.

» Read more

Bonsai Ficus Benjamin, una rarità

Il bonsai ficus benjamin, a cui molte volte ci si riferisce parlando semplicemente di bonsai fico, è decisamente popolare anche per la sua capacità di adattarsi alla perfezione alle condizioni climatiche che si trovano negli appartamenti. Anche chi pensa di non avere il pollice verde può comprare una piantina di questo tipo, che richiede una manutenzione tutto sommato ridotta: ma quali sono gli accorgimenti che è indispensabile adottare per assicurare la sua sopravvivenza e il suo sviluppo? L’illuminazione è un aspetto di cui tenere conto, anche se non ci sono vincoli troppo restrittivi da rispettare: si sta parlando di una specie che non ha bisogno di così tanta luce. Ecco, quindi, che la si può collocare in qualsiasi parte della casa, eccezion fatta per i punti più vicini alle finestre che guardano a sud o a ovest; da evitare, naturalmente, anche la prossimità con le lampade fluorescenti.

Per quel che riguarda i rifornimenti di acqua, il bonsai ficus benjamin è piuttosto esigente: l’importante è che non sia mai del tutto asciutto il suo terriccio. D’altro canto è opportuno evitare anche gli eccessi in senso opposto: insomma, va bene un terreno umido, ma a condizione che non sia troppo bagnato. Le concimazioni, invece, devono avvenire una o due volte al mese.

Dal punto di vista delle temperature, il sole e il caldo non fanno male a questo bonsai, sempre a patto che non si ecceda. Piuttosto, è bene adottare la massima cautela con il freddo: le temperature che rimangono al di sotto dei dieci gradi sono mal sopportate, il che vuol dire che in inverno la pianta non deve mai essere lasciata all’aria aperta. Infine, è bene ricordare che il ficus non cresce unicamente in superficie, ma anche a livello radicale: ecco perché non ci si può dimenticare dei rinvasi.

Perchè Game of Thrones ha avuto un successo planetario?

Game of Thrones 7

Game of Thrones sta per tornare sugli schermi di tutto il mondo con la settima e penultima stagione. Ovviamente l’attesa è spasmodica e i fan sono in fibrillazione all’idea di quello che questa stagione potrebbe loro riservare, visto che si è ormai vicini al gran finale.

Questa serie è senza dubbio entrata di diritto tra quelle cult ed i motivi sono molteplici. Per tutti coloro che ancora non hanno mai visto nemmeno una puntata di Game of Thrones, ecco una spiegazione sul perchè Game of Thrones ha avuto e continua ad avere un successo planetario nonostante il fantasy sia genere che non attecchisce molto sul piccolo schermo.

Game of Thrones è una serie di ottima fattura

Difficilemnte una serie tv ottiene un successo planetario come Game of Thrones se non è effettivamente di qualità eccelsa. Ebbene, Game of Thrones ha tutte le caratteristiche per essere definita un capolavoro, a partire dall’attenzioen dedicata alle scenografie, ai costumi ed agli effetti speciali.

Ma tutto questo senza una storia valida e degli attori capaci di portarla sullo schermo, servirebbe a poco. Game of Thrones ha ridisegnato i canoni della serialità televisiva, come fatto da pochi altri prodotti in passato, come ad esempio Twin Peaks, X-Files nel corso degli anni ’90 e più recentemente da Breaking Bad.

La sensazione che tutti hanno e che una volta finito, Game of Thrones diventerà pietra di paragone per tutto quello che verrà prodotto per quanto concerne il genere fantasy e non solo.

La serie è aderente al libro pur nella sua autonomia

Come tutti sanno Game of Thrones è prima di tutto una serie di libri scritti da George R. R. Martin, che ad oggi sta ultimando gli ultimi due libri, che usciranno dopo la messa in onda della settima ed ottava stagione. Ebbene, quando dei libri vengono riadattati per il piccolo o grande schermo il rischio di stravolgerli è sempre dietro l’angolo.

Fortunatamente questo non è avvenuto e il merito è senza dubbio degli sceneggiatori, che hanno fatto la coraggiosa scelta di mantenere in tutto e per tutto atmosfere e toni del libro, senza preoccuparsi del fatto che nei romanzi scene di violenza, di sesso e iper-realistiche siano all’ordine del giorno.

Molto importante è stata la scelta di dedicare in tv meno spazio ai personaggi secondari, riuscendo ad ottenere due risultati: snellire la narrazione senza però venire meno alle linee portanti dei libri di George R. R. Martin.

Scelta azzeccata: stagioni brevi

La forza di Game of Thrones sta anche nel fatto che ogni stagione è finora durata in totale 600 minuti, suddivisi in 10 episodi da circa 60 minuti. Questa scelta, considerando la lunghezza dei libri, è stata rischiosa, ma HBO ha ingaggiato degli ottimi sceneggiatori, che finora sono stati capaci di portare sullo schermo puntate che ogni fan della saga letteraria non ha potuto che amare ed apprezzare.

La scelta di non allungare troppo il brodo e di prediligere la qualità fa senza dubbio onore ad HBO. Questo potrebbe funzionare da spinta per coloro che non hanno ancora iniziato questa serie, perchè dovendo recuperare solo 10 puntate a stagione, si potrebbe sicuramente essere molto più invogliati a dare una possibilità allo show.

Fonte: Game of Thrones Sky Atlantic

Bonus scommesse Italia. i pronostci di prossima settimana

I playoff di Serie B

Quello fra Benevento e Carpi si preannuncia uno scontro ad alta tensione e dall’esito quasi impronosticabile. Le due formazioni provengono da un cammino parallelo e da turni di qualificazione che le hanno viste impegnate in sfide quasi proibitive, ma terminate con il successo a loro favore. Se il Carpi, ultima piazzata nella griglia di partenza, ha sorpreso tutti eliminando prima il Cittadella e poi il quotatissimo Frosinone, i Sanniti hanno saputo imporsi sul quadratissimo Spezia, miglior difesa del campionato appena terminato, e sul Perugia, quarta classificata e autore di un campionato di primissimo livello. Le sorprese non sono mancate ed ora le due squadre sono in procinto di affrontarsi in un doppio confronto carico di emozioni e tensione. Gli emiliani hanno dalla loro l’esperienza maturata nello scorso campionato di Serie A ed una squadra titolare per larga parte identica a quella che lo scorso anno ha saputo comunque farsi valere in un campionato dall’elevatissimo tasso tecnico come la A. I Sanniti, invece, hanno dalla loro hanno l’entusiasmo tipico delle neopromosse, un attacco guidato da bomber Ceravolo (autore di 21 goal in stagione) ed una tifoseria caldissima, davvero in grado di spingere la propria squadra verso il successo anche nelle situazioni più complicate (vedi la vittoria agguantata all’ultimo minuto contro il Frosinone durante la regular season). Il pronostico è molto difficile, sebbene gli allibratori vedano il Benevento in leggerissimo vantaggio per la qualificazione finale, forte anche di un miglior piazzamento in classifica che permetterebbe loro di volare in Serie A anche con due pareggi. La gara d’andata, invece, vede i padroni di casa del Carpi in vantaggio, con una quota media di 2,40 a premiare la vittoria. Tuttavia, i due giocatori squalificati del Carpi, le partenze a razzo che hanno spesso caratterizzato le sfide decisive del Benevento e l’incertezza di un match che dipenderà soprattutto dai singoli eventi, potrebbero far propendere per un pareggio. Molto interessante è la quota che vede il Benevento in vantaggio al termine del primo tempo più il pareggio finale, offerta a 15,00.

Qualificazioni Mondiali

Interessantissime le quote del match che si disputerà fra Svezia e Francia. Gli scandinavi, orfani del loro idolo Zlatan Ibrahimovic, proveranno a complicare il cammino della Francia, che dal canto suo può contare su giocatori di altissimo livello e su giovani promesse che stanno facendo innamorare di sé i maggiori club europei. Malgrado il secondo posto in classifica degli svedesi, è facile pronosticare un successo fuori casa dei transalpini, che potrebbero imporsi per 3 a 1, risultato quotato addirittura a 15,00. Molto interessanti anche le quote di Bielorussia Bulgaria: gli ospiti rincorrono il secondo posto in classifica, mentre la Bielorussia è reduce da due sconfitte consecutive. Pronosticabile una vittoria della Bulgaria, quotata a 3,30. A far gola sono soprattutto il 2 a 1 per gli ospiti, offerto a 12,00, e il 2 a 0 a 15,00. Piuttosto incerto è il risultato della sfida che si terrà fra Norvegia e Repubblica Ceca. La classifica dei padroni di casa è molto deludente, mentre gli ospiti scenderanno in campo per agguantare una vittoria che darebbe loro la possibilità di accorciare le distanze in classifica dall’Irlanda del Nord, al momento seconda. I cechi finora hanno perso soltanto con la Germania, capolista del girone, e intendono dar seguito alle due vittorie consecutive rimediate contro San Marino e Norvegia. L’1 a 0 per gli ospiti è quotato a 7,5 mentre il 2 con under a 5,50. Islanda e Croazia si sfidano per la testa del girone e i padroni di casa non vedono l’ora di vendicare la sconfitta subita proprio dai croati nella partita d’andata. Squadra solida e capace di grandi prestazioni fra le mura amiche, l’Islanda tenterà il tutto per tutto per aggiudicarsi la posta in palio. Interessantissima la quota che fonde il risultato della prima frazione di gioco e quello finale. Il vantaggio dei padroni di casa al termine dei primi 45 minuti e il pareggio finale è un’opzione quotata a 15,00.

  • Svezia Francia 1-3: 15,00
  • Bielorussia Bulgaria 1-2: 12,00
  • Norvegia Repubblica Ceca 2 con under: 5,50
  • Islanda Croazia vantaggio Islanda-pari: 15,00

Primera Division Argentina

La sfida di cartello della 27esima giornata del massimo campionato argentino è quella che si disputerà in data 5 giugno fra Boca Juniors e Independiente. Il Boca è obbligato a vincere se vuol mantenere il primo posto in graduatoria e tenere a distanza il River Plate, mentre gli ospiti sono chiamati all’exploit al fine di raggiungere la quinta posizione e garantirsi l’accesso alla coppe. Il Boca è favorito ma il ruolino di marcia degli ospiti fa ben sperare i propri tifosi. Il 2 a 1 a favore dei padroni di casa è quotato a 9,00, ma ottima anche la quota della vittoria del Boca più over 2,5, offerta a 3,40. Tiratissima anche San Lorenzo River Plate, con i padroni di casa impegnati a rincorrere le posizioni di vertice e gli ospiti a difendere la seconda piazza in campionato ad una sola lunghezza dalla capolista Boca Juniors. Il San Lorenzo è reduce da due sconfitte consecutive ed è una squadra che di norma subisce molti goal, mentre l’attacco del River è uno dei più prolifici del campionato argentino. Interessantissimo è il pareggio con over 2,5 quotato a 13,00.

  • Boca Juniors Independiente vittoria Boca più over 2,5: 3,40
  • San Lorenzo River Plate pareggio più over 2,5: 13,00

 

Vuoi iniziare a scommettere anche tu?

Iscriviti e usa il bonus scommesse su http://www.paddypower.it/scommesse/

I profili in acciaio inox: Guida all’acquisto

I profili inox devono essere un tipo di articolo che deve essere selezionato prestando attenzione ad una vasta gamma di parametri grazie ai quali sarà possibile evitare una vasta serie di errori ed allo stesso tempo sarà anche necessario cercare di scegliere un tipo di azienda che offra solo ed esclusivamente i migliori tipi di articoli possibili.

Ecco come svolgere queste due semplici scelte in modo tale che si possano evitare degli errori di ogni tipologia.

Come devono essere i profili in acciaio inox

I profili inox devono essere realizzati in modo tale che questi possano rispondere perfettamente a tutte le proprie esigenze sia di tipo estetico che funzionale.
Sarà quindi molto opportuno cercare di valutare attentamente dimensioni e forme dello stesso profilo in modo tale che la propria scelta possa essere in grado di lasciare letteralmente a bocca aperta la persona che decide di montarli in casa propria o farne altri utilizzi.
Pertanto questi particolari tipi di oggetto devono essere scelti in modo tale che si possano evitare degli errori che effettivamente sono semplici da svolgere.
i profili in acciaio inox devono essere:

.resistenti;
.piacevoli da vedere;
.semplici da utilizzare;
.funzionali al massimo.

Si parla quindi di effettuare una scelta che risulta essere abbastanza piacevole da svolgere e che non richiede delle particolari conoscenze tecniche che potrebbero essere tutt’altro che piacevoli da affrontare.

Le aziende ideali per i profili in acciaio inox

Per poter evitare di compiere un particolare tipo di errore nel momento della scelta sarà necessario cercare effettivamente di selezionare un tipo di azienda che deve essere in grado di offrire una vasta gamma di servizi.
In primo luogo si deve parlare di un’azienda che riesce a garantire la possibilità di essere aiutati nello volgere la propria scelta in maniera tanto semplice quanto piacevole, evitando quindi degli errori che potrebbero pesare come macigni.
Sarà poi necessario puntare anche su aspetti come l’opportunità di ottenere consulenze sui migliori modelli da sfruttare per effettuare un lavoro semplice ed immediato.
Da parlare anche del semplice costo il quale non deve essere di certo elevatissimo: l’azienda deve anche andare incontro alle esigenze del cliente il cui scopo potrebbe essere quello di voler risparmiare del denaro.
Sarà quindi necessario tenere gli occhi bene aperti per effettuare un tipo di scelta che risulti essere perfetta sotto ogni punto di vista e che consenta di evitare delle situazioni altamente negative.
Sarà quindi importante cercare di valutare dell’azienda:

.la professionalità;
.la grande quantità di articoli che possono essere scelti;
.la possibilità di poter ricevere delle consulenze perfette per effettuare una scelta ottimale.

In questo modo sarà possibile evitare una vasta gamma di errori che risultano essere poco semplici da risolvere in seguito.

L’azienda che offre migliori profili in acciaio inox

L’azienda che offre i migliori profili in acciaio inox risulta essere l’impresa di Mario Orlando, che permette effettivamente di poter ottenere l’opportunità di poter scegliere tra una vastissima gamma di profili in acciaio inox.
Sarà poi possibile fare affidamento su una vasta gamma di profili i quali potranno essere scelti senza alcun tipo di errore, vista la qualità e resistenza degli stessi.
Con l’azienda Mario Orlando sarà possibile acquisire ottimi tipi di profili in acciaio inox adatti ad ogni esige

La scienza svela che il DNA incide sulle abitudini alimentari

Scienza SkyTG24: dna e abitudini alimentari

Quanto volte ci si è chiesti come mai non si riesce a dire di no ad alimenti che se consumati in quantità non modiche comportano problemi per la salute come un aumento di peso? La risposta, come spesso capita, arriva dalla scienza, la quale ha scoperto come molto dipenda dal DNA. Quindi, ad esempio, se si è patiti di patatine e cioccolato, che alla fine fanno ingrassare, la colpa è da ricercare nel proprio DNA e ciò significa che l’unica arma dissuasiva per dimagrire sarà la forza di volontà.

Uno studio svela il rapporto tra DNA e passioni alimentari

Lo studio con cui la scienza ha riportato al DNA l’essere troppo attratti da cibi che possono risultare poco salutari, è stato condotto da un gruppo di uomini di scienza di stanza a Boston e a Madrid e i risultati sono stati resi noti nel corso di un incontro che ha avuto luogo a Chicago e che ha visto riuniti diversi importanti esponenti del mondo scientifico, sia ricercatori che medici impegnati nella lotta per una alimentazione corretta.

Stando ai risultati dello studio in questione, che conferma l’interesse della scienza per tutto quello che concerne alimentazione e DNA, l’essere particolarmente golosi di determinati cibi dipenderebbe solo ed esclusivamente dal proprio DNA.

Questa scoperta, se dovesse essere confermata dalle ricerche di controllo che come sempre servono per confermare una teoria, potrebbe aprire degli scenari decisamente interessanti per i dietologi e per i medici in generale, i quali tra un po’di tempo potrebbero infatti ritrovarsi a creare dei regimi di dieta ancora più personalizzati e in grado di rendere la dieta stessa meno difficile da affrontare per chi si trova a fare i conti con la necessità di dimagrire.

Uno studio che è un unicum nel panorama scientifico

La scienza con questo studio ha non solo appurato come il DNA incida sulla capacità di dire di no a certi alimenti, ma anche confermato che avere certi gusti in fatto di cucina rende più o meno complicato il riuscire ad iniziare e a portare a termine la dieta.

Inoltre, i ricercatori che hanno portato a termine questo studio, hanno sottolineato con una punta di orgoglio il fatto che questo studio della scienza è il primo che ha cercato di comprendere come il DNA possa condizionare pesantemente la propria salute dal punto di vista del rapporto che si ha con il cibo quando non si hanno patologie legate alla alimentazione.

In passato la scienza era infatti giunta alla conclusione che malattie come anoressia e bulimia sono legate anche alla genetica. Lo studio condotto tra Stati Uniti d’America e Spagna è invece il primo a svelare che il DNA ha un ruolo molto importante nel rapporto che si ha con il cibo anche quando si è soggetti clinicamente sani e senza disturbi alimentari.

Come si è svolto lo studio che lega DNA e abitudini alimentari?

Lo studio con cui la scienza ha scoperto l’importanza del DNA nell’alimentazione di un soggetto sano, si è svolto grazie al contributo di circa 800 persone, che hanno svolto una serie di questionari relativi al proprio regime alimentare. Dalle risposte date ai questionari è emerso che un consumo di cioccolato continuativo è legato ad una variante particolare di quel gene che è conosciuto come “l’ormone della felicità” e che in termini scientifici è conosciuto come recettore dell’ossitocina.

Come realizzare dei video divertenti che diventino virali

Portale video Sky: news, video divertenti, novità

Creare dei video divertenti, con lo scopo di riuscire magari a farli diventare virali e quindi condivisi e visti da tutta la rete sui principali portali video, rappresenta un procedimento che richiede meno tempo di quanto si possa immaginare.
Ecco le regole da seguire per svolgere perfettamente questo semplice ed immediato filmato.

L’originalità alla base dei video divertenti da realizzare

Essere originali: è questo il concetto che deve essere posto alla base dei filmati divertenti che riescono a divenire quasi dei classici della rete, ovvero quelli che vengono visti da tutto il web e che vengono utilizzati come metro di paragone con altre clip.
Girare questo genere di video richiede quindi che lo stesso sia frutto di un’idea originale: anche la minima scena ripresa da un film, da un filmato, da un racconto o da altri contenuti risulta essere un errore incredibile.
Questo in quanto si genera l’effetto del già visto, che comporta quindi il continuo evitare di vedere quel filmato.
Prendere spunto non è di certo vietato: rielaborare delle particolari gag, dando loro un tocco di personalità rendendole completamente nuove, rappresenta il vero modo di fare che consente di formare un video divertente che piace al pubblico.
Lo studio della sceneggiatura potrebbe quindi richiedere tempo ma vale la pena realizzare un contenuto originale e comico se si vuole ottenere un grande successo, anche di tipo personale.

La comicità senza un briciolo di volgarità

Al giorno d’oggi si pensa sempre che un filmato, per poter essere divertente, deve necessariamente essere volgare.
Nudità, doppi sensi, termini e gesti volgari creano un solo effetto: rendono scontato e prevedibile il video.
Basta prendere spunto da artisti della comicità che senza dire un termine volgare, utilizzandolo solo se indispensabile, sono riusciti a creare un personaggio perfetto che fa ridere senza mai stancare.
Prendendo spunto da questo particolare esempio sarà possibile creare il proprio video divertente che piace al pubblico e che non viene interrotto poiché pesante e non adatto a tutti.
Anche una semplice caduta, giusto per fare un esempio, potrebbe essere l’elemento della comicità di quel video: il tutto, ovviamente, senza usare appunto la noiosa volgarità ove non richiesta.

I video divertenti e la linearità della situazione

Altro punto molto importante che deve contraddistinguere i video divertenti è la linearità della trama.
Si parte con un inizio, una parte centrale più o meno lunga e con una conclusione che deve suscitare la risata finale, quella maggiormente forte.
Si tratta quindi di una serie di passaggi che richiedono pochi sforzi ma molta attenzione: sviluppare per bene l’idea alla base del video permette di realizzare la clip perfetta senza nemmeno commettere il minimo errore, regalando quindi il successo al filmato divertente.
Coloro che vogliono creare dei video divertenti potranno quindi sfruttare queste tre regole d’oro e dare libero sfogo alla creatività, che sicuramente accompagnerà lo stile di ripresa, scelta dei filtri e montaggio finale della clip esilarante da inserire online e da rivedere in diverse situazioni.

Alcuni film di avventura con cui passare le vacanze di Pasqua

Film avventura Sky Cinema

I film di avventura sono da sempre uno dei generi prediletti da registi e attori e nella più che centenaria storia della settima arte sono ormai tantissime le pellicole di questo genere che sono state prodotte.

Il motivo per cui i film di avventura sono genere così prolifico ed amato va ricercato nel fatto che chi ama il cinema è sempre alla ricerca di una storia avventurosa in cui immedesimarsi e quindi chi lavora in questo mondo ha una spinta in più nel cercare di creare sceneggiature interessanti che possano diventare film di avventura di successo.

Se in questo periodo di vacanze pasquali si volesse decidere di dedicare un po’di tempo ai film di avventura, quali sono i titoli che si potrebbe decidere di prendere in considerazione?

La scelta risulta decisamente complicata, ma i titoli qui di seguito risultano essere decisamente tra i più accattivanti.

Due pellicole di avventura abbastanza recenti

Tra i film di avventura che hanno visto la luce negli anni duemila ve ne sono due in particolare che meritano una menzione. Andando a ritroso nel tempo, il primo è senza dubbio Vita di Pi. Questo film di avventura è uscito nelle sale di tutto il mondo cinque anni fa ed è l’affascinante trasposizione su grande schermo di un romanzo avente lo stesso titolo.

Altro film di avventura in cui vi sono però preminenti elementi fantascientifici e apocalittici è The Day After Tomorrow. Questa pellicola è arrivata nelle sale a inizio anni duemila e precisamente nel 2004. Il racconto si concentra sulle devastanti conseguenze portate dai cambiamenti climatici, di cui l’uomo è il maggiore responsabile, e sulla lotta per la sopravvivenza di uno sparuto gruppo di uomini. Perché vedere questi due film di avventura?

Senza dubbio perché entrambi, in modo diverso, sono simboli dell’ottimo stato di salute in cui versa questo genere e perché lanciano, sempre in modi differenti tra loro, anche dei messaggi assolutamente condivisibili relativamente al rispetto che si deve avere per la natura.

Il meglio degli anni ’90 del secolo scorso

Andando sempre a ritroso nel tempo si deve trovare il tempo anche per vedere due film di avventura degli anni ’90 del secolo scorso. Il primo film di avventura che si potrebbe decidere di guardare è senza dubbio Cast Away, una delle migliori prove di Tom Hanks, attore di cui è difficile trovare una interpretazione non di livello.

Questo film di avventura è considerato un vero e proprio must nel genere e non a caso Tom Hanks venne nominato agli Oscar nella categoria Miglior Attore Protagonista. La storia si può definire come una versione moderna di Robinson Crouse. L’attore infatti interpreta il ruolo di un dirigente di successo che un giorno ha un incidente aereo e si ritrova su un’isola sperduta nell’oceano. Tutti sono convinti sia morto e lui dovrà abituarsi a vivere in un modo che non avrebbe mai immaginato.

Tematica simile, ovvero quella della sopravvivenza, ha un altro film di avventura di quegli anni. Il riferimento è ad Alive, uscito nelle sale nel 1993, che racconta la lotta per la sopravvivenza di un gruppo di persone che dopo lo schianto del proprio aereo in una zona sperduta delle Ande si ritrova a dover fare i conti con scelte inenarrabili per sopravvivere in attesa di soccorsi che potrebbero non arrivare mai.

Spade medievali: riproduzioni da collezione e da pratica

spade-medievali

Ti sei avvicinato da poco al mondo delle spade medievali e ti piacerebbe saperne qualcosa in più?

Le spade medievali possono essere acquistate per due motivi: collezione o pratica. In entrambi i casi si tratta di riproduzioni molto fedeli, caratterizzate da una grande attenzione ai dettagli storici originali.

Spesso i modelli riproducono le spade di noti personaggi come Re Artù o i simboli di associazioni e ordini particolari come i Cavalieri Templari. Le spade medievali da collezione sono perfette anche come elemento di arredo. Possono essere esposte in una teca, appese ad una parete o impreziosire l’arredamento di un locale.

Le spade medievali da pratica, invece, sono destinate agli spadaccini che fanno parte di gruppi di rievocazione storica. Le lame di questi ultimi modelli sono forgiate per resistere ai colpi degli allenamenti senza rovinarsi.

Spade medievali: le tipologie disponibili

Per riconoscere una spada medievale bisogna fare attenzione alla lama e all’elsa. Sono questi due elementi, infatti, a determinare il periodo storico di riferimento. Le spade medievali possono essere a taglio doppio o a taglio singolo e sono suddivise in quattro categorie:

 

  • spade a mano
  • falchion (o falcione)
  • spada lunga
  • spadone

 

La spada a mano è stata in voga per circa tre secoli (XI – XVI) e veniva usata con lo scudo. In genere, i cavalieri la inserivano nelle feritoie dell’armatura dell’avversario per concludere un duello. Non è un’arma adatta alle rievocazioni storiche, ed è sicuramente più indicata come oggetto da collezione.

Il falchion, detto comunemente falcione, è una spada che ricorda la tipica mannaia la cui forma ha subito nel tempo l’influenza della scimitarra.

La spada lunga, invece, ha la classica forma a croce con l’elsa lunga 25 centimetri: la lama è a doppio taglio per supportare lo scopo offensivo dell’arma. Per l’utilizzo ci si serve della doppia mano anche perché si tratta di un’arma abbastanza pesante, con un’elsa particolarmente decorata come richiesto dalle mode del tempo. Si possono trovare riproduzioni di spade lunghe capaci di diventare ottimi elementi di arredo.

Infine lo spadone, o spadona, è l’arma per eccellenza. Si tratta della spada, utilizzata rigorosamente a due mani, che veniva utilizzata per distruggere le linee nemiche. Queste armi sono piuttosto lunghe e possono raggiungere i 120 centimetri e oltre, per un peso medio che si aggira intorno a 1,5 chilogrammi.

Le componenti delle spade medievali

Ogni spada è costituita da lama ed elsa. A loro volta, le else sono formate da pomolo, impugnatura e guardia crociata. Il pomolo, collocato all’estremità, è un peso in acciaio che ha il compito di bilanciare la spada.

L’impugnatura è in legno o in pelle, mentre la guardia crociata è una barra di metallo che serve a proteggere le mani durante gli scontri. La barra della guardia crociata può essere sia dritta che ricurva con o senza spuntoni di arresto o di offesa.

La lama, invece, si divide in tre parti: punta o parte anteriore dotata di filo, parte senza filo vicina all’elsa che serve a garantire la robustezza della lama e parte mediana. Quest’ultima serve sia per parare che per colpire. Viene utilizzata cioè per duellare spada contro spada.

Spade Medievali: cosa dice la legge

Siete appassionati di spade medievali ma temete di non poterle acquistare per motivi legali? Quando si tratta di spade non affilate, si resta nel campo degli strumenti sportivi e degli oggetti decorativi. In questo caso, l’acquisto è totalmente libero. Ovviamente, esiste la limitazione della maggiore età.

Le spade affilate, invece, sono considerate armi a tutti gli effetti. Per l’acquisto dunque è necessaria la presentazione di un Porto d’Armi o di un Permesso di Acquisto. Per essere validi, entrambi i documenti vanno ritirati negli uffici delle questure.

1 2 3